martedì 7 giugno 2011

Allatti?!? No... ho smesso

Sull'allattamento al seno ci sono tanti pareri favorevoli, innumerevoli vantaggi, una cifra spropositata di benefici per il cucciolo di uomo.

Purtroppo io ho allattato fino al 4° mese, un po' perchè avevo paura che il piccolo crescesse poco, un po' perchè ho ripreso a lavorare, molto perchè sono stata condizionata da pareri di esperti last minute.

La cosa che più mi manca è il contatto che con Attiluccio avevo, un rapporto esclusivo ed insostituibile e, confesso, mi manca quel "sentirmi importante" per mio figlio. Leo, fin dalla nascita, ha sempre avuto un bel caratterino, è nato strillando, con gli occhi sgranati... è nato già incazzuso!

Qui comando IO! Sembrava ci dicesse :)

E come non dargli ragione... da subito era LUI a decidere. Sono saltati orari, abitudini (quella che mi manca di più è caratterizzata dalla mia posizione orizzontale con occhi chiusi... ah si dice dormire?!?), rapporti sociali... niente era come prima.

Ma c'erano quei momenti durante i quali eravamo alla pari, io e lui, sullo stesso piano. Quando era attaccato al seno, sentivo il legame che ci ha unito per 9 mesi.

Sì... mi manca molto. Così come mi manca la mia pancia (con lui dentro... ovviamente!), sentirlo muoversi, scalciare.

Sono quei momenti che durano per un tempo limitato, sai che non saranno per sempre e riesci a coglierne tutti i lati positivi.

Ora sta lì, ad un passo da me, nel suo lettino. Gli ho dato il biberon prima della nanna. I suoi occhi ora mi cercano, le sue mani ora si aggrappano alle mie per scoprire il mondo, per farsi coraggio e affrontare le prime sfide. Il suo viso cerca la mia mano, vuole una mia carezza prima di addormentarsi... ma che stupida che sono! Cosa voglio di più???

 

Questo post partecipa al Blogstorming del mese di giugno.
Tema: L'allattamento

2 commenti:

  1. Credo tu ti sia fatta un'idea di cosa penso circa l'allattamento. O meglio, circa gli integralisti dell'allattamento. Non dovrebbero esserci in nessun modo ingerenze dall'esterno. Se una mamma lo fa bene e le riesce bene, perfetto, beati lei e bimbo. Ma se, come nel mio caso, i piccoli sono pigri, le tette non fanno il latte della mucca Milka, oppure c'è un'ansia di fondo che ti corrode, allora una donna dovrebbe (dico dovrebbe perchè di fatto non è così) poter scegliere senza dover dubire le angherie di - nell'ordine: familiari (qualsiasi grado), amici (nemmeno i migliori), esperti fra cui: ginecologi (non sono pediatri, quindi shhh!!!) e ahimè, anche i pediatri. Un pediatra di Torino ha detto a una mia amica: "signora, lo vogliamo uccidere, lo vogliamo far morire di fame sto bambino, senza la tetta? Mi dica, cosa vuole fare?" Ecco, la mia personalissima crociata è contro queste teste di cocomero che di professionale hanno giusto il titolo, forse acquistato, per altro. Che rabbia. Detto ciò, avrei voluto poter proseguire...

    RispondiElimina
  2. womanworkermommy8 giugno 2011 15:36

    Queste teste di "cocomero" (chiedo scusa ai cocomeri...) hanno spesso la presunzione di poter giudicare le mamme... che sono sempre quelle che per 9 mesi hanno portato in grembo il proprio fagiolino.
    Spesso ti fanno sentire inutile, incapace... ma a che scopo?!? Io ho lottato anche con mio marito. Quando leo aveva 21 giorni mio padre ci ha lasciati e mio marito voleva che, per qualche giorno, il bambino si nutrisse di latte artificiale (gli avevano detto che il mio era diventato veleno per il dolore).
    Lì mi sono incaponita... io volevo e dovevo allattare, per il mio bambino (perchè per fortuna il latte lo avevo), ma soprattutto per me.
    Ho smesso di allattare quando ho ripreso a lavorare, ma non nego che, da qualche settimana prima, erano partite le crociate pro latte artificiale, questa volta da parte di mia madre. A volte è stato umiliante perchè le sentivo ripetere che io non ne avevo, Leo piangeva perchè aveva fame... alla fine ho dovuto cedere.
    La pediatra (giusto per avere il colpo di grazia...) quando le ho detto che avrei dovuto riprendere a lavorare, e che comunque il bambino non era mai sazio, mi ha guardata chiedendomi "Ma non puoi rinviare il rientro?!?"

    RispondiElimina